Gruppo FB “Svapo Italia” – F.A.Q. per neofiti

AVVISO PER GLI UTENTI DEL BLOG:
Questa pagina è legata al regolamento del gruppo Facebook “Svapo Italia”.
Se lo stile, o alcuni riferimenti, non vi quadrano rispetto a quello che di solito scrivo, è tutto ok: la pagina è stata scritta con una ben precisa funzione.
Potrete comunque trovare spunti e informazioni utili, che bene o male ho trattato in altre bloggate precedenti.

Un saluto,
Mat


PER GLI UTENTI DI SVAPO ITALIA:

A causa dell’elevato numero di iscritti e di utenti attivi, è facile che le domande nei nuovi post trattino spesso, a volte sempre, i soliti argomenti.

In questa pagina troverete le risposte alle domande più frequenti, le cosiddette “frequently asked questions”, o “F.A.Q.” per gli amici.
No, non è un’offesa dire F.A.Q.

Sono suddivise in sezioni (domande generiche, domande sugli acquisti, domande sull’hardware, domande sui liquidi) e qui di seguito avrete l’elenco delle domande.
Scorrendo in basso troverete le risposte.

 

1) Domande generiche

  • Ho sempre svapato serenamente, ma da qualche giorno ho tosse/gengive arrossate/senso di oppressione al torace/dissociazione propriocettiva/ senso di curvatura dello spazio-tempo/ varie ed eventuali.
    Cosa può essere? Cosa devo fare?
  • Ho sentito che lo svapo fa venire l’acqua ai polmoni, e poi muori, e se non ti uccide ti fa soffrire, e se muori poi ti manda all’inferno ecc.
    E’ vero?

2) Domande sugli acquisti

  • Ciao ragazzi, meglio la box X o la box Y? 
  • Qualcuno conosce Gear Best? Qualcuno conosce Fast Tech? Sono siti affidabili? Perché la roba costa così poco? 
  • Ho trovato il prodotto XY in negozio fisico a 80 euro, ma in internet l’ho trovato a 30 euro.
    E’ una vergogna/ sono dei ladri/ perché nessuno li fa chiudere?/ è legale?/ se ne approfittano/ com’è possibile?/meritano di fallire/ E Renzi che fa?!?/ Perzone falze/ ecc.

 

  • Mi consigliate una sigaretta buona che faccia tanto fumo, tanto aroma e costi poco?
  • Mi consigliate uno shop online?

 


3) Domande sull’hardware

  • Quali batterie mi consigliate? 
  • Ho fatto una coil con filo X, diametro Y e ho fatto N spire.  A quanto posso spingerla? 
  • Mi è venuta una coil da tot ohm, a quanti watt devo mandarla? 
  • A quanti volt devo spingere la mia coil? Mi hanno detto a non più di 4.2 volt. 
  • Ragazzi, questa sigaretta elettronica sa di bruciato, questo atom fa schifo. 
  • Cosa significa “meccanico”? Cosa cambia dalle box e dai tubi elettronici? 
  • Cos’è una “clapton”? 
  • Cos’è l’attacco ibrido? 
  • La Tesla Invader III, la Hexohm v3 ecc che tipo di box sono? 
  • Mi parlano tutti della legge di Ohm, come funziona?

 

4) Domande sui liquidi

  • Cosa significa VG, PG e H2O? 
  • A quanto devo diluire questo aroma? Quante gocce devo mettere? Quanto aroma devo mettere? 
  • Ho una base a nicotina X, ma io svapo a nicotina Y. Come faccio? 
  • Quanto devo far maturare il liquido? Devo farlo maturare? 
  • Che senso ha mettere l’acqua nei liquidi? 
  • Cos’è il diacetile? E’ un problema?
  • A quante sigarette corrispondono tot millilitri a tot nicotina?

     

  • Posso usare gli aromi alimentari per lo svapo?




DOMANDE GENERICHE

Ho sempre svapato serenamente, ma da qualche giorno ho tosse/gengive arrossate/senso di oppressione al torace/dissociazione propriocettiva/ senso di curvatura dello spazio-tempo/ varie ed eventuali.
Cosa può essere? Cosa devo fare?

Facebook non ha mai passato l’esame di Stato, e a dirla tutta non ha passato nemmeno l’esame di ammissione a medicina.
In effetti Facebook non è un medico, e non è l’help desk dell’ospedale.

Vai dal medico, invece di scrivere qui.

 

Ho sentito che lo svapo fa venire l’acqua ai polmoni, e poi muori, e se non ti uccide ti fa soffrire, e se muori poi ti manda all’inferno ecc.
E’ vero?

Questa, e altre strabilianti stronzate sullo svapo, spiegate meglio qui



DOMANDE SUGLI ACQUISTI
(Aiuto per scegliere i prodotti, consigli ecc)

Ciao ragazzi, meglio la box X o la box Y?

Quando si vogliono informazioni su un prodotto, non esiste il “meglio” in assoluto.

Concentratevi su parametri specifici: peso, dimensioni, qualità costruttiva, funzioni particolari che vi interessano, affidabilità del marchio, efficienza nell’uso delle batterie,  watt massimi, volt massimi ecc.

Dite a che livello di esperienza siete, cosa avete già, cosa vi interessa ottenere e su quali caratteristiche siete indecisi tra i diversi modelli.

Consultate prima di tutto i siti dei produttori per avere le caratteristiche dei prodotti.


Qualcuno conosce Gear Best? Qualcuno conosce Fast Tech?
Sono siti affidabili? Perché la merce costa così poco?

Gear Best, Fast Tech e altri sono siti cinesi, cioè hanno magazzino in Cina, e spediscono dalla Cina.
La consegna avviene in 7-30 giorni in media, a seconda del tipo di spedizione e imprevisti.
E’ possibile che si debbano pagare i dazi doganali, se il pacco viene fermato in dogana.
Questo comporta inoltre un allungamento dei tempi di consegna.

Sono siti in linea di massima affidabili e NON sono siti di phishing o di truffe online.

La merce costa meno dell’Italia perché di fatto si sta acquistando alla fonte, quasi come comprare dalla fabbrica.

Se non ti va di aspettare i tempi di consegna, se non ti fidi o per qualsiasi altra ragione, consulta l’elenco di shop italiani qui


Ho trovato il prodotto XY in negozio fisico a 80 euro, ma in internet l’ho trovato a 30 euro.
E’ una vergogna/ sono dei ladri/ perché nessuno li fa chiudere?/ è legale?/ se ne approfittano/ com’è possibile?/meritano di fallire/ E Renzie che fa?!?/ Perzone falze/ ecc.

I prezzi tra negozio fisico e online sono sempre stati differenti e probabilmente sempre lo saranno.
Il negozio fisico offre un certo tipo di servizio alla clientela, che si può riassumere con “assistenza al cliente di persona e in tempo reale”, e che prevede la possibilità di provare i prodotti, di farsi settare i prodotti ecc.

Il negozio fisico ha anche un bacino di utenza limitato alla geografia del posto.

Per queste e altre ragioni i prezzi sono diversi.
Se ritenete che il prezzo sia eccessivo, non comprate in quel negozio.

Prima di comprare, è sempre OTTIMA cosa verificare online i prezzi medi del prodotto in questione e valutare quindi la differenza di prezzo.
Questo vale per lo svapo, così come vale per tutto il resto dell’elettronica di consumo.

Ricordate che non sempre “prezzo più basso” va insieme ad “affarone”.

Controllate che lo shop (fisico oppure online) sia affidabile, valutate i feedback e le recensioni (se ce ne sono) e considerate il vostro bisogno di assistenza pre e post vendita.


Mi consigliate una sigaretta buona che faccia tanto fumo, tanto aroma e costi poco?

 

Nel mondo dello svapo non c’è fumo, solo vapore.
Imparate a parlare di vapore.

Avere la botte piena e la moglie ubriaca non si può, quindi o scegliete di avere tanto vapore, o scegliete di avere tanto aroma, o scegliete di avere roba buona, o scegliete di spendere poco.

Ci sono le vie di mezzo, ma tutto al top non si può avere.

Le abbinate “tanto vapore/tanto aroma” e “buona/costa poco” non sono granchè realizzabili.

Specificate cosa vi interessa più di tutto (vapore, aroma, bontà costruttiva, prezzo basso ecc.) e vediamo cosa si può fare.

Tenete sempre presente che “tanto”, “poco”, “buono”, “cattivo” ecc. possono essere molto soggettivi.
Ciò che per me è “un aroma da paura” per qualcun’altro potrebbe essere nella norma, o addirittura scarso.
Valutate quindi più fonti, prima di prendere una decisione.


Mi consigliate uno shop buono/uno shop che costi poco/uno shop che abbia tutto/lo shop che vorrei/ecc?

Non esiste uno “shop buono”, esistono tanti shop validi, più o meno adatti alle nostre esigenze.
La lista di alcuni shop online proposti dagli stessi utenti del gruppo è qui:
https://svapomateric.wordpress.com/2016/11/19/gruppo-fb-svapo-italia-lista-shop/



DOMANDE SULL’HARDWARE
(box, tubi, circuiti, atomizzatori, legge di Ohm…)

Quali batterie mi consigliate?

 

Andate sul sito di Mooch e consultate la sua tabella.

Se state entro i 20 watt vi vanno bene batterie con 10 ampere di scarica, entro i 40-50 watt con 20 ampere di scarica, entro i 90-100 con 30 ampere di scarica.

I valori di watt raggiungibili si duplicano se usate dispositivi dual battery, triplicano se avete dispositivi a tre batterie.
Ad esempio, se avete un dispositivo dual battery e inserite due batterie con 20 ampere di scarica, da 40-50 watt passerete a 80-100 watt.

Questi valori sono cautelativi e al ribasso.

Qui il sito di Mooch e la tabella batterie:

https://www.e-cigarette-forum.com/forum/blog-entry/18650-battery-ratings-picking-a-safe-battery-to-vape-with.7447/

Marchi certamente di qualità sono LG, Samsung, Sony.
Diffidate dalle batterie 18650 con PIU’ di 30 ampere di scarica e più di 3400 mAh di autonomia.


Ho fatto una coil con filo X, diametro Y e ho fatto N spire.
A quanto posso spingerla?

 

Per questa domanda esiste il sito www.steam-engine.org.

Andate nella sezione “coil wrapping”, specificate i parametri richiesti (diametro interno della coil, tipo di filo, diametro del filo, valore in ohm ottenuto ecc.) e nel riquadro a destra, sotto la voce “heat flux” potrete vedere a quanti watt si può portare la coil.

Restate entro la fiammella verde oliva, corrispondente a circa 225 – 235 mW/mm2.

All’interno dello stesso riquadro c’è la voce “number of wraps”: è il numero di spire che avete fatto.

Se questo numero è DIVERSO dal numero di spire effettivo che avete fatto, c’è qualcosa che non va nel vostro lavoro, o nei valori che avete inserito.

Ad ogni modo, qui di seguito potete trovare una tabella indicativa delle potenze a cui arrivare e gli ohm che vi dovete (più o meno) aspettare, in base al filo e al numero di spire.

tabella-potenze


Mi è venuta una coil da tot ohm, a quanti watt devo mandarla?

 

Gli ohm NON SONO un parametro che indichi a che potenza usare una certa resistenza.
A titolo di esempio, una coil da 0.4 ohm può essere ottenuta in almeno tre modi diversi, con tre fili diversissimi e tre potenze d’uso diverse.

Se vi interessa sapere quanti watt impostare per la vostra resistenza, consultare la domanda:
“Ho fatto una coil con filo X, diametro Y e ho fatto N spire.  A quanto posso spingerla?”


A quanti volt devo spingere la mia coil?
Mi hanno detto a non più di 4.2 volt.

 

I volt sono una misura poco pratica per fare i conti sulla potenza.
La potenza si esprime in watt.

Non esiste alcuna regola che parli di 4.2 volt massimi.
Se volete sapere quindi a quanti WATT utilizzare la vostra coil, consultate la domanda:
“Ho fatto una coil con filo X, diametro Y e ho fatto N spire.  A quanto posso spingerla?”


Ragazzi, questa sigaretta elettronica sa di bruciato, questo atom fa schifo.

 

Quando un atom sa di bruciato, può dipendere da quattro fattori che dovete verificare:

1) La coil è vecchia e va cambiata

2) La coil non è stata inizializzata bene.
Per inizializzarla correttamente dovete bagnare a fondo la testina o il cotone.

3) La potenza impostata è troppo alta.
Se usate un atom a testine preconfezionate, leggete la potenza scritta sulla testina.
Se usate un rigenerabile, andate alla domanda n°3 di questa lista.

4) Il liquido utiizzato è troppo denso.
Fate attenzione ai liquidi con maggioranza o totalità di VG, che potrebbero essere difficili da “pescare” da parte dell’atom.
Eventualmente aggiungete il 5% o il 10% di acqua.


Cosa significa “meccanico”?
Cosa cambia dalle box e dai tubi elettronici?

 

Un “meccanico” è un dispositivo (tubo o box) in cui non c’è circuito, quindi manca anche il display e non si può regolare la potenza.

Non ci sono le funzioni di controllo temperatura, visualizzazione della carica delle batterie, lettura degli ohm ecc.

I volt erogati sono quelli della batteria, cioè 4.2 volt a piena carica, che progressivamente diminuiscono man mano che la batteria si scarica.

Richiedono più attenzioni degli elettronici (cioè i dispositivi in cui si possono regolare i volt o i watt) perché non c’è alcuna protezione e mancano le classiche informazioni che ci dà il display di solito.

Cambia il tipo di svapata, che è più morbida, perché la potenza si riduce a ogni tiro.

L’elettronico invece mantiene la potenza che impostiamo, e quindi la svapata sarà costante a ogni tiro, e per forza di cose più “dura”.


Cos’è una “clapton”?

 

Le clapton sono coil fatte da un filo particolare, che è a sua volta formato da due o più fili.

Uno o due fili formano “l’anima”, cioè l’interno, mentre un filo più sottile è avvolto intorno all’anima, come le corde delle chitarre.

Permettono di avere una resa aromatica maggiore, e più vapore prodotto, ma richiedono potenze più elevate rispetto al filo singolo.

Nella foto seguente potete vedere il dettaglio del filo sottile che gira intorno al filo più grosso.

clapton-per-faq


Cos’è l’attacco ibrido?

 

L’attacco ibrido è un tipo di attacco 510 in cui l’atomizzatore tocca direttamente sulla batteria.
Praticamente è un buco filettato, come si può vedere dalla foto seguente.

noisy-per-faq

E’ usato in alcuni tipi di dispositivi meccanici, e può essere pericoloso se l’attacco dell’atomizzatore non è adeguato.

L’attacco 510 è attualmente il più utilizzato, ed è una sigla che specifica il tipo di filettatura sull’attacco del dispositivo, o il tipo di filettatura presente sotto l’atomizzatore, con cui attaccare l’atom ai dispositivi.

Nella foto seguente, la vite a taglio dorata e la filettatura argentata intorno forma l’attacco 510.

griffin-per-faq

Gli attacchi 510 sugli atomizzatori che vanno bene con gli attacchi 510 ibridi sui dispositivi devono avere la vite centrale del positivo (quella dorata nella foto qui sopra) che sporge rispetto al bordo della filettatura esterna del negativo.

La seguente figura fa vedere, da sinistra a destra, la vite centrale del positivo che sporge nei primi due casi (quindi va bene con attacco ibrido) e che invece è allineata alla filettatura nel terzo caso (quindi NON VA BENE con attacco ibrido).

510-per-faq

E’ MOLTO IMPORTANTE CHE IL PIN POSITIVO SPORGA, ALTRIMENTI MANDATE IN CORTO CIRCUITO LA BATTERIA.


La Tesla Invader III, la Hexohm v3 ecc che tipo di box sono?

 

Le box che hanno una “rotellina” con una freccia dentro sono elettroniche varivolt.
Vuol dire che non vi dicono i watt, e quindi dovete farvi i conti usando la legge di Ohm per sapere a che potenza andrete a finire.
Hanno però un circuito, anche se non hanno il display.

invader-per-faq


Mi parlano tutti della legge di Ohm, come funziona?

 

La legge di Ohm è la formula che mette in relazione i watt, i volt, gli ohm e gli ampere.

E’ utile nello svapo perché se avete un dispositivo varivolt (tipo la Tesla Invader III) potete calcolare i watt della svapata, sapendo gli ohm della resistenza e i volt che avete impostato, o che vorreste impostare.

Oppure, potete calcolare i volt che vi servono per ottenere un certo numero di watt a cui siete abituati.

Vi è utile anche per calcolare il prelievo in ampere dalla batteria, sapendo i watt impostati sul dispositivo e i volt della batteria.

Questi sono alcuni esempi dell’utilità di questa legge.

Come in tutte le formule, chiedetevi prima di tutto cosa vi serve sapere e che altri dati avete.

La tabella alla pagina seguente riassume la legge di Ohm in tutte le sue varianti.

I sono gli ampere, R la resistenza in ohm, P la potenza in watt, V i volt.

Ad esempio, i watt (cioè P) sono calcolabili come volt x ampere, oppure come ohm per ampere al quadrato, oppure come volt al quadrato diviso ohm.

Al posto di P, R, V e I mettete i numeri corrispondenti.

legge-di-ohm-per-faq


DOMANDE SU LIQUIDI, AROMI, DILUIZIONI, MATURAZIONI ecc.

Cosa significa VG, PG e H2O?

 

Il VG è il glicerolo vegetale, che dà vaporosità e “pannosità” al vapore, mentre il PG è il glicole propilenico, che veicola l’aroma e dà colpo in gola.

H2O è l’acqua, che è bene prendere in farmacia richiedendo acqua “altamente depurata”, all’esorbitante costo di 2 euro al litro.


A quanto devo diluire questo aroma? Quante gocce devo mettere?
Quanto aroma devo mettere?

 

La diluizione dell’aroma, cioè la quantità di aroma da mettere nella base, varia da aroma ad aroma ed è di solito specificata sul boccino di aroma o sul sito del produttore.
Alcuni aromi sono talmente forti da venire misurati in gocce (ad esempio la cannella di Atmos Lab), mentre altri aromi arrivano fino al 30% di diluizione.

I valori più frequenti sono del 5%-10%, ma non è una regola esatta da adottare.

Se il produttore specifica un valore in gocce, contate le gocce che mettete.

Se specifica una percentuale,  domandatevi quanto liquido da svapo volete ottenere, calcolate quindi la percentuale specificata e avrete i millilitri di aroma da mettere.
Ricordate che l’aroma fa parte del volume finale di liquido, e NON VA AGGIUNTO al volume finale.

Esempio
Avete un aroma da diluire al 10%, volete farne 20 millilitri.

Calcolate il 10% di 20 ml, che è 2 ml, ed è la quantità di aroma che dovete mettere.

Dovrete quindi mettere 2 ml di aroma e 18 ml di base, per andare a 20 ml finali, e NON 2 ml di aroma + 20 ml di base, perché altrimenti andreste a 22 ml finali, che non è il numero giusto usato per fare i conti.

IL RED ASTAIRE VA DILUITO A CIRCA IL 10%,
ma potete diluirlo di più o di meno a seconda dei gusti.


Ho una base a nicotina X, ma io svapo a nicotina Y.
Come faccio?

 

Se la nicotina a disposizione è MAGGIORE del nostro valore abituale, bisogna diluirla con base zero.
La diluizione è un conto che va fatto in base al valore di partenza e a quello che vogliamo ottenere.
Se aggiungete una pari quantità di base zero alla base con nicotina, dimezzate il valore di nicotina.

Ad esempio, se avete 20 ml di base 9 mg/ml e aggiungete 20 ml di base zero, otterrete 40 ml di base 4.5 mg/ml.
Tutti i valori intermedi sono ottenibili cambiando la quantità di base zero.

Se la nicotina a disposizione è MINORE del vostro valore abituale, dovrete aggiungere base con nicotina maggiore.


Quanto devo far maturare il liquido? Devo farlo maturare?

 

La maturazione è una procedura molto variabile e non sempre necessaria.

E’ sicuramente vero che la miscelazione è un passaggio importante, anche se non va esasperato: non è necessario usare il miscelatore per 24 o 48 ore, bastano 30-60 minuti.
Può andare bene un leggero riscaldamento a bagno maria o a microonde ed è buona cosa fare attenzione al contatto con l’aria, per evitare ossidazioni.

In definitiva non esiste una regola generale, se non quella che prevede una corretta miscelazione dell’aroma all’interno della base.

Più la base contiene VG, più la miscelazione deve essere fatta con cura.


Che senso ha mettere l’acqua nei liquidi?

 

L’acqua permette di fluidificare l’e-liquid, fa raffreddare la coil e aiuta a diffondere un po’ di più l’aroma durante la svapata.

Un e-liquid più fluido è utile negli atom che fanno più fatica a pescare, tipo negli atom di guancia, e il raffreddamento torna utile sempre.

Si usa di solito al 5-10%, ed è utile anche per il funzionamento del controllo temperatura.


Cosa sono il diacetile, l’acetilpropionile e l’acetoina?
Sono un problema?

 

Il diacetile è una sostanza che dà la nota burrosa agli e-liquids.
Non tutti i gusti burrosi contengono diacetile, anzi.
Oltre al diacetile, si può usare anche l’acetilpropionile e l’acetoina per ottenere lo stesso risultato burroso.

Il diacetile, l’acetilpropionile e l’acetoina possono causare danni ai polmoni, provocando a lungo andare la bronchiolite obliterante.

E’ preferibile scegliere liquidi e aromi senza diacetile, acetilpropionile e acetoina.

Purtroppo non esistono ancora studi specifici sulle quantità esatte e la tossicità del diacetile, acetilpropionile e acetoina nello svapo.


A quante sigarette corrispondono tot millilitri a tot nicotina?


Non si può fare una vera e propria equivalenza.

Le sigarette non rilasciano un valore esatto di nicotina, e il valore scritto sul pacchetto è un numero presuntivo, non reale.
Inoltre, la nicotina di ogni sigaretta è rilasciata in circa 5 minuti.

Con lo svapo dipende dal tipo di atom (se di polmoni rilascia più nicotina a parità di tempo), dal numero di tiri e dalla durata dei tiri.

Ricordatevi che la quantità assoluta di nicotina non ci dice molto, il conto va fatto in rapporto al tempo.

Ad ogni modo, il confronto ha poco senso anche perché il “numero di sigarette” è un problema dei fumatori per via delle sostanze tossiche.
La nicotina è un problema tutto sommato minore.

Se il confronto serve per scegliere la gradazione di nicotina, regolatevi così:

  • 2-3 mg/ml: valore medio-basso se di polmone, molto basso se di guancia
  • 5-6 mg/ml: valore medio se di polmone, medio-basso se di guancia
  • 8-9 mg/ml: valore molto alto di polmone, medio-alto se di guancia
  • Più di 9 mg/ml: valore per pochi se di polmoni, compatibile con fumatori pesanti se di guancia

Posso usare gli aromi alimentari per lo svapo?

 

Gli aromi da svapo sono già di grado alimentare.

Se l’idea è di usare aromi tipo i Paneangeli, è fattibile, ma bisogna controllare che NON ci siano olii all’interno.
Se sono aromi idrosolubili è ok, se sono sospesi in olio o sono definiti “liposolubili” allora non vanno bene.
Il consiglio è di comprare aromi pensati per il mercato delle ecig, così da essere sicuri che dosaggi e composizione siano adatti.


 

 

 

Advertisements

One thought on “Gruppo FB “Svapo Italia” – F.A.Q. per neofiti

  1. Pingback: GRUPPO FB “SVAPO ITALIA” – RISORSE IN EVIDENZA | Mat Eric's Reflections

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...